Make It Thrive

IL PROGETTO

IL PROGETTO

Obiettivi

Make It Thrive intende sostenere gli educatori nell’affrontare il tema della salute mentale nelle scuole, sviluppando le loro competenze nell’affrontare questo argomento; garantire che tutti abbiano pari opportunità e accesso al supporto psicologico, il che si traduce in un ambiente scolastico sano e nel successo accademico e personale; creare un ambiente più inclusivo e diversificato nei settori dell’istruzione e dei giovani.

Come obiettivi specifici, sottolineiamo i seguenti:

Aiutare gli insegnanti ad affrontare i problemi psicologici nella scuola, attraverso l’uso del sito web che verrà creato.

Sostenere gli educatori nel percorso di trasformazione digitale aiutandoli a sviluppare le loro competenze digitali, ancora una volta attraverso il sito web creato.

Promuovere la formazione e lo sviluppo professionale degli insegnanti, affinché possano favorire un ambiente scolastico sano.

Promuovere la mobilità individuale e di gruppo a fini di apprendimento, in particolare dal punto di vista dell’educatore.

Diffondere i risultati creati tra la comunità, per raggiungere il maggior numero possibile di educatori e promuovere i contenuti sviluppati come principale strumento di supporto per affrontare il problema della salute mentale.

Gruppi di riferimento
Insegnanti ed educatori

Dall’analisi effettuata è emerso che la salute mentale dei giovani è un problema sottovalutato dal punto di vista delle strategie e delle azioni di prevenzione. Queste dovrebbero iniziare soprattutto nelle scuole, che hanno un numero ridotto di risorse umane legate alla psicologia e un’articolazione inesistente con i servizi di salute mentale. In questo senso, riteniamo che gli insegnanti possano essere un pilastro molto importante nella prevenzione di questa situazione, in quanto sono il punto di contatto più diretto con gli studenti e quelli che possono più facilmente promuovere un ambiente scolastico sano. Gli educatori sono quindi il nostro principale gruppo di riferimento.

Giovani (istruzione secondaria di 1° e 2° grado)

I principali risultati del progetto saranno creati con l’obiettivo di aiutare gli educatori ad aiutare i loro studenti. In questo senso, anche i bambini e i giovani saranno direttamente interessati da Make It Thrive. Il nostro obiettivo principale è quello di sostenere i bambini e gli adolescenti, in modo che diventino giovani più consapevoli e informati sulla loro salute mentale (e con una mentalità aperta al riguardo) e possano essere pronti ad agire su qualsiasi sintomo che possa emergere.

Genitori e famiglie

Anche loro saranno i beneficiari indiretti di questo progetto, poiché avrà un impatto positivo sui loro figli.

PARTENARIATO
Comune di Gondomar (Portogallo)

Il Comune di Gondomar è il coordinatore del progetto Make it Thrive. È un ente pubblico che agisce in molti settori al servizio dei cittadini, come ambiente, cultura, economia, azione sociale, istruzione, gioventù, edilizia sociale, sanità, sicurezza, tra gli altri. Le politiche locali per la gioventù e l’istruzione sono sostenute dal lavoro di rete attraverso i due consigli comunali: Consiglio comunale dell’istruzione e Consiglio comunale dei giovani. Attraverso questi due consigli, i membri del loro staff guidano e monitorano le politiche comunali per i giovani, promuovono la discussione sulle politiche giovanili ed educative tra i giovani e le autorità locali e coordinano il sistema educativo e le politiche educative con altre politiche sociali, come la salute, l’azione sociale, la formazione e l’occupazione. Inoltre, il Comune di Gondomar stabilisce numerosi partenariati con diverse organizzazioni locali e sostiene le associazioni giovanili attraverso sovvenzioni, supporto logistico e fornendo alcuni spazi per le attività. Inoltre, il Comune di Gondomar fornisce un supporto psicopedagogico individualizzato e ha sviluppato il “Piano integrato e innovativo per combattere l’insuccesso scolastico”, e organizza laboratori e programmi di intervento per gli studenti dal primo ciclo alle superiori, condotti da psicologi del Comune. La sua esperienza nel campo della salute mentale è ampia, quindi sarà facile per il Comune coordinare e monitorare i vari compiti richiesti per creare i risultati del progetto.

Direzione dell'istruzione primaria Heraklion Grecia (Grecia)

La Direzione dell’istruzione primaria è un’agenzia educativa che opera come ramo organizzativo e amministrativo del Ministero dell’Istruzione greco nella città di Heraklion, a Creta. È responsabile di 350 scuole nella regione di Heraklion, sia di istruzione primaria che pre-primaria, e di oltre 3.000 insegnanti di tutte le specializzazioni. Il ruolo principale della Direzione dell’istruzione primaria è quello di attuare, integrare e coordinare le politiche di riforma dell’istruzione imposte dal Ministero dell’Istruzione greco. Inoltre, supervisiona e facilita vari progetti educativi nelle scuole, come i progetti Erasmus di cui molte delle nostre scuole sono attualmente titolari. La Direzione dell’Educazione Primaria di Heraklion è responsabile di 350 scuole nella regione di Heraklion, il che le permette di supervisionare e facilitare l’implementazione di vari progetti educativi nelle scuole e di specializzarsi sul tema della salute mentale nelle scuole, assicurando che gli insegnanti abbiano gli strumenti necessari per affrontare questi problemi.

Virtual Campus Lda (Portogallo)

Virtual Campus è una PMI che si occupa di sviluppo, formazione e consulenza nei settori del Technology Enhanced Learning, dei Serious Games e dei Sistemi Informativi. La sua visione è quella di promuovere attivamente lo sviluppo della Società della Conoscenza, supportando enti pubblici e privati nella progettazione e nello sviluppo di strategie e progetti che portino a maggiori benefici per la società, sempre attraverso l’uso di ambienti digitali per l’istruzione e la formazione. Virtual Campus ha prodotto con successo contenuti multimediali di e-learning per diverse piattaforme (mobile, web, desktop/laptop), in diversi ambienti (online, standalone) per vari scopi (formazione professionale, servizi di emergenza, istruzione superiore, istruzione secondaria) e in diversi ambiti (progetti di R&S&I, contratti con clienti). In questo contesto, VC ha sviluppato un’ampia gamma di prodotti, che rientrano essenzialmente in quattro categorie: giochi, app di apprendimento, contenuti didattici e piattaforme web. Un altro dei principali campi d’azione di Virtual Campus è lo sviluppo di contenuti e piattaforme educative. A titolo di esempio, si può citare che l’azienda ha una vasta esperienza in termini di progettazione e creazione di MOOC (Massive Open Online Courses). Inoltre, l’azienda ha forti relazioni con molti enti pubblici e privati della regione settentrionale del Portogallo e, avendo diversi progetti nel campo dell’istruzione, stabilirà uno stretto contatto con insegnanti e studenti.

TDM 2000 (Italia)

“TDM 2000” è un’organizzazione no profit indipendente, che coordina giovani desiderosi di collaborare nel settore del volontariato, sostenendoli nello sviluppo di competenze personali e professionali attraverso l’apprendimento esperienziale e l’educazione non formale. I principali campi di interesse e di lavoro sono le politiche giovanili, l’imprenditorialità, i diritti umani, la democrazia, l’apprendimento interculturale, la cittadinanza attiva, l’educazione non formale, la cooperazione internazionale, lo sviluppo locale e la migrazione. Tutte le attività che realizziamo sono pensate, pianificate e realizzate da giovani. Detto questo, TDM 2000 ha 21 anni di esperienza nel lavoro con i giovani e nella partecipazione attiva dei giovani, il che le permette di condividere molte buone pratiche nel campo della gestione di diversi tipi di ONG, strategie e strumenti utili per la gestione. I loro formatori hanno tenuto sessioni sul tema in diverse occasioni, sia a livello locale, dove preparano i giovani interessati a costruire le proprie ONG, sia a livello internazionale, in diversi progetti anche extraeuropei. Hanno competenze in materia di risorse umane, gestione finanziaria, comunicazione con le diverse parti interessate, visibilità e diffusione dei risultati e altro ancora.